Pubblicazioni

Posted on

Ridere fa bene alla salute

Ridere fa bene alla saluteRIZA SCIENZE N° 290 – LUGLIO 2012-12-06

EDITORIALE di Daniela Marafante

Il farmaco più potente? La risata
Ridere cambia lo stato delle nostre cellule, lo hanno sempre sostenuto anche i saggi nell’ antichità. Ora è la ricerca scientifica che inizia a considerare reali gli effetti della risata sul nostro corpo. Pensate che, come troverete più approfonditamente all’interno di questo Riza Scienze, in alcuni ospedali e soprattutto nei reparti pediatrici, vengono utilizzati i pagliacci che, facendo ridere i piccoli pazienti

Posted on

Tecniche per una mente tranquilla

Tecniche per una mente tranquillaCome liberarsi da ansia e stress e vivere pienamente la vita
Editoriale Riza Scienze n. 286
Marzo 2012

Quando il nostro corpo manda segnali di malessere, il miglior farmaco sono le immagini

Ciascun lettore ha qui la possibilità di riconoscere il proprio livello di “inquinamento esistenziale” da stress, scoprire con quali sintomi il suo corpo cerca di evidenziarglielo e intraprendere il percorso che lo condurrà, come scrivono gli autori, dal Mal Essere al Ben Essere.

Posted on

Disegna il tuo Mandala

Disegna il tuo MandalaRitrova la concentrazione, la fiducia in te stesso e vinci ansia, stress e disturbi psicosomatici
Editoriale Riza Scienze n. 296
Gennaio 2013

Editoriale di Daniela Marafante

Quando il nostro corpo manda segnali di malessere, il miglior farmaco sono le immagini

Posted on

La risata - Il migliore dei farmaci

La risata il migliore dei farmaciRisveglia il cervello e tutto l’organismo
in regalo il gioco per ridere
RIZA SCIENZE N° 171 AGOSTO 2002

EDITORIALE di Daniela Marafante
Il buon umore salva le nostre cellule dallo stress

Questo Riza Scienze è frutto degli incontri seri e allegri di un gruppo di psicoterapeuti che desiderano portare avanti e far crescere un modello terapeutico moderno e affascinante.

Posted on

Fretta ed eccesso di stimoli sono causa di stress. Rallentare e occuparsi di sé sono fonte di ben essere.

A cura di Claudia Pianca ed Elisa Faretta
Ogni stress lascia una cicatrice indelebile e l’organismo paga
per la sua sopravvivenza dopo una situazione stressante diventando
un po’ più vecchio.  (Hans Selye)
Quante volte vi capita di alzarvi già al mattino con mille pensieri di cosa dovete fare nell’arco della giornata?
Troppo spesso ci si trova proiettati nel futuro,  con l’ansia di pianificare, organizzare e controllare il tempo perdendo di vista il presente. Il rischio è di cronicizzare questo stato e ritrovarsi a farne un’abitudine di vita, che si rivela malsana.

Posted on

Errori da non ripetere come la conoscenza della propria storia aiuta ad essere genitori

Errori da non ripetere come la conoscenza della propria storia aiuta ad essere genitori

Daniel J. Siegel e Mary Hartzell

Un approccio alla funzione di genitore

“Questo libro vi incoraggia a costruire un approccio al ruolo di genitore che ha come principi fondamentali la comprensione interna e la relazione interpersonale. Elementi essenziali di questo approccio alla relazione genitore-figlio sono consapevolezza, continua diponibilità ad apprendere, flessibilità di risposta, capacità di percepire le menti e gioia di vivere

Daniel Siegel e Mary Hartzell

Posted on

Mindfulness

Da qualche tempo, in Italia, si sta affermando un termine importato dagli USA: “mindfulness” per certi aspetti intraducibile in italiano, se non ricorrendo a termini diversi e sovrapponibili, anche correndo il rischio di creare possibili confusioni.

Per contribuire ad un orientamento, almeno iniziale, vogliamo citare il testo dal titolo

“RITROVARE LA SERENITà come superare la depressione attraverso la consapevolezza”
M.Williams, J.Teasdale, Z Segal, J.Kabat-Zinn

Editore R.Cortina Milano

Posted on

Ben Essere e sviluppo delle risorse personali

 Ben Essere e sviluppo delle risorse personali“Come sviluppare il proprio potenziale Ben Essere, Equilibrio, Armonia con se stessi e gli altri. Tecniche per stimolare e utilizzare l’immaginario ed il rilassamento”

Tra le tecniche presentate vanno particolarmente citate le modalità di stimolazione ed utilizzazione della attività immaginativa, l’immaginario, il rilassamento e le sue applicazioni, la distensione immaginativa, la consapevolezza del presente, e la psicologia delle risorse con le diverse tecniche/giochi da sperimentare.

Posted on

Panico

PanicoOrigini, dinamiche, terapie

Un paziente con disturbo da attacchi di panico si rifiuta di fare un viaggio in aereo: inutile usare le statistiche per dimostrargli che l’aereo è un mezzo sicuro. Non ha paura del volo: ha paura di se stesso, delle proprie reazioni, di stare male a livello fisico, di non farcela. Teme di impazzire, di mettersi in evidenza con comportamenti bizzarri, forse di morire.

1...34567