Consulenza di Coppia

“L’amore non muore mai di morte naturale. Muore per abbandono, per cecità, per indifferenza, per averlo dato per scontato, per inanità, per non essere stato coltivato. Le omissioni sono più letali degli errori consumati”
Anais Nin

Cosa si intende per consulenza psicologica di coppia
Una coppia funziona quando è in grado di favorire al suo interno lo sviluppo emotivo e la crescita personale di entrambi i partner.
Quando invece la coppia non è o non è più in grado di adattarsi alle esigenze connesse al processo evolutivo dei due componenti, le modalità di interazione possono generare sofferenza reciproca.
Conseguenza di tutto ciò è che ciascuno dei componenti della coppia rischia di concentrarsi sulle colpe dell’altro fino a sfinirsi a vicenda con discussioni e litigi che sovente ripetono lo stesso copione, con la sensazione di incomprensione reciproca senza fine.
Non è raro che la coppia, durante il suo percorso, sperimenti disagi e difficoltà di relazione, soprattutto in concomitanza di specifiche fasi del ciclo vitale o di avvenimenti critici (matrimonio, nascita di un figlio, cambiamenti lavorativi, perdita di un congiunto, inserimento scolastico dei figli, crescita e svincolo dei figli e loro progressiva autonomizzazione). Ogni fase critica riferita alla coppia, può quindi comportare momenti di disadattamento che possono mettere a dura prova la relazione tra i due partner
La consulenza psicologica per la coppia nasce con l’intento di aiutare i partner a gestire e superare difficoltà, prendere decisioni, incrementare le potenzialità, migliorare qualitativamente l’affettività, la comunicazione ed il legame affettivo, tutti elementi che concorrono a favorire il benessere della coppia.

Quando può essere utile una consulenza psicologica di coppia
La consulenza di coppia può essere in generale utile per:
- comprendere le difficoltà da un’angolazione differente
- trovare soluzioni idonee per uscire dall’impasse
- vi è una difficoltà ad adattarsi ad un cambiamento o ad un evento del ciclo di vita

Più specificatamente, la consulenza di coppia può essere utile nelle seguenti fasi:

  • Dall’innamoramento all’amore: superato l’innamoramento, una conoscenza più intima dell’altro porta ad una visione più realistica per cui vengono notate anche le caratteristiche che possono non piacere del partner. Se questo processo comporta una delusione troppo elevata rispetto alla fase iniziale, può insorgere una crisi.
  • Convivenza o matrimonio: una maggiore condivisione di tempi e spazi può creare in alcuni un senso di perdita della propria indipendenza.
  • La nascita di un figlio: l’arrivo di un bambino con i suoi bisogni è un cambiamento irreversibile che richiede alla coppia di trovare un nuovo equilibrio.
  • L’adolescenza dei figli: in questa fase della vita i figli mettono particolarmente in discussione i genitori sia come individui che come coppia, con l’effetto di scuotere gli equilibri familiari e di coppia.
  • “Il Nido vuoto”: quando i figli vanno verso una propria autonomia, la coppia si ritrova a vivere nuovamente nella dimensione a due e questo potrebbe essere non facile soprattutto se i due partner si sono concentrati sul loro ruolo genitoriale, sacrificando la relazione di coppia
  • Problematiche legate alla sfera sessuale
  • Problematiche connesse all’infertilità: quando una coppia affronta il problema dell’infertilità, angosce e senso di inadeguatezza possono irrompere nel rapporto tra i partner. Inoltre, se vengono intrapresi percorsi di procreazione medicalmente assistita, possono affiancarsi alla speranza ed alla coesione di coppia, anche emozioni difficili come il dolore e la delusione rispetto agli insuccessi delle cure e la perdita del piacere rispetto alla sfera sessuale.
  • La comparsa di una grave malattia nel partner: quando questo avviene, possono alterarsi i delicati equilibri di coppia che disorientano i partners rispetto al loro modo di relazionarsi antecedente la malattia.
  • Mancanza o difficoltà di comunicazione, dove per comunicazione si intende l’esistenza di uno spazio reciproco per ascoltare e guardare l’altro. Quando manca questo spazio di comunicazione che non è solo verbale ma è soprattutto emotiva, spesso si generano malintesi, litigi, conflittualità e di conseguenza un progressivo allontanamento reciproco.
  • Difficoltà nella definizione dei confini della coppia: quando una coppia o un singolo componente non è in grado di definire dei confini chiari con la propria famiglia d’origine, le conseguenti intromissioni da parte di quest’ultima possono rappresentare una minaccia all’equilibrio della coppia.
  • Separazione o divorzio: per una coppia decidere di separarsi può essere l’unico modo per garantire il benessere dei due componenti la coppia. Questa scelta richiede la necessità di gestire il lutto conseguente alla fine della relazione con tutte le emozioni ad esso connesse (rabbia, dolore…) e affrontare tutti gli aspetti pratici e concreti che tale scelta comporta come la gestione dei figli e la condivisione della genitorialità.
  • Famiglie ricostituite: quando si forma una nuova coppia per cui uno od entrambi i partners portano un figlio di una precedente relazione possono presentarsi delle difficoltà da parte di uno od entrambi i partners nel trovare il proprio ruolo nel nuovo nucleo familiare
  • Tradimento da parte di uno dei partner: la conseguenza di questo evento molto spesso è una frattura tra i due partners molto difficile da tollerare e dolorosa da affrontare.

Come si svolge una consulenza psicologica alla coppia
La consulenza di coppia viene effettuata da un professionista, psicologo o psicoterapeuta.
Essa prevede un numero limitato di colloqui per comprendere il problema e trovare delle soluzioni. Dalla consulenza può emergere la necessità di avviare un percorso di psicoterapia mirato alla risoluzione delle problematiche evidenziate.
Lo psicologo psicoterapeuta inoltre possiede le competenze utili a “leggere” le difficoltà che la coppia sta vivendo e a mettere in atto interventi idonei per aiutare i coniugi in difficoltà a ritrovare il benessere personale e relazionale.
Chiedere un consulto in caso di problematiche di coppia è il primo passo per poter ottenere una valutazione unitamente a un parere competente e poter riflettere sull’intervento più idoneo alla situazione. A seconda della specificità del singolo caso l’intervento può esaurirsi in un percorso di consulenza oppure può rendersi necessario un percorso più articolato come la terapia di coppia o familiare.

“Essere amati profondamente da qualcuno ci rende forti; amare profondamente ci rende coraggiosi”
L. Tze