Ipnosi, una traccia

ipnosiDa RIZA SCIENZE N°9 - SETTEMBRE 1985
DALL’EDITORIALE di DANIELA MARAFANTE

Dal magnetismo naturale alla psicoterapia

Dal linguaggio popolare alla ricerca scientifica, all'applicazione clinica, in questo numero di Riza Scienze Piero Parietti accompagna il lettore in un interessantissimo viaggio nel mondo dell'ipnosi.

La "suggestione" di cui ci parla all'inizio, da sempre utilizzata consciamente o inconsciamente nel rapporto medico-paziente, storicamente appartiene a quel mondo in cui "fare medicina" era ancora "fare magia", o meglio "malia", nelle culture sciamaniche e comunque laddove il medico era anche sacerdote. «Troviamo tracce di manifestazioni di tipo ipnotico in opere letterarie a partire da Omero, nei rituali religiosi delle civiltà maya ed egizia e in certe pratiche mediche indiane posteriori al 60 secolo a.C.», sostiene il Guantieri, uno dei maggiori esperti italiani di ipnologia.

GLI AUTORI
PIERO PARIETTI
Psichiatra e psicoterapeuta
Presidente della Società Italiana di medicina Psicosomatica
Socio fondatore del Centro Studi di Ipnosi Clinica H. Bernheim
Da anni dirige la Scuola di Formazione in Psicoterapia dell’Istituto Riza di Medicina Psicosomatica

Da questo momento l'ipnologia entra nella scienza ufficiale e nella medicina. Dai tempi di Mesmer a Charcot, fino a Freud e a Pavlov, l'ipnosi è stata al centro di vivaci diatribe sul suo reale valore terapeutico, fmo ad affacciarsi ai tempi moderni diventando "alleata della medicina".
Piero Parietti, con un sapiente lavoro di sistematizzazione, conduce l'ipnosi dagli albori della sua storia fmo al suo ingresso nel mondo scientifico e psicologico.

La psichiatria e la psicanalisi si sono spesso servite dello stato ipnotico, soprattutto nella terapia delle nevrosi, ma molte altre sono oggi le sue applicazioni. L'attività clinica e di ricerca del Centro H. Bernheim, di cui l'Autore è socio fondatore, ha puntualizzato l'utilizzo dell'ipnosi in campi diversi: dalla psicoterapia al controllo del dolore, dalla preparazione al parto, alla sessuologia, al campo dell'immaginario.