Agazzi, Tiziana

Tiziana AgazziTiziana Agazzi, Psicologa, Psicoterapeuta, Coordinatrice Centro Studi PIIEC (Psicoterapia Integrata Immaginativa ad Espressione Corporea) di Milano. Esercita la libera professione applicando il modello PIIEC, integrando vari approcci terapeutici scientificamente riconosciuti, tra cui l’EMDR e la terapia cognitivo con particolare focus sullo sviluppo del Ben essere personale.

Scheda

Cognome Agazzi
Nome Tiziana
Titolo Psicologa-psicoterapeuta
Specializzazione Cognitivo-comportamentale
emdr
Iscrizione Albo Lombardia n.6201
Indirizzo Studio  Via Passo Buole 4 (MM Lodi), 20135 Milano
Telefono 347 0826783
e-Mail tiziana.agazzi@tiscalinet.it
Pagina Web
Profilo Pratictioner esperto riconosciuto a livello europeo e Supervisore/Consultant EMDRMembro: SIMP (Società Italiana Medicina Psicosomatica); PIIEC (Psicoterapia Integrata Immaginativa ad Espressione Corporea); SISST (Società Italiana per lo Studio dello Stress Traumatico),  ESTSS (European Society for Traumatic Stress Studies), EMDR Europe (Eye Movement Desentitization and Reprocessing). Esercita la libera
professione a Milano. E’ coordinatrice del Centro Studi PIIEC (Psicoterapia Integrata Immaginativa ad Espressione Corporea) di Milano. Ha collaborato dal 2001 al 2010 con l’Azienda Ospedaliera L. Sacco – Milano – Ambulatorio di Medicina Psicosomatica e Funzionale Integratae con la Fondazione Don Gnocchi onlus – Centro I.R.C.C.S. “S. Maria Nascente” – Milano, come ricercatrice neuropsicologica sulla Sclerosi Multipla.Progetta e conduce corsi di formazione, coaching manageriale individuale e sportivo

Svolge attività di supervisione quale sostegno per migliorare la pratica clinica degli psicoterapeuti con l’EMDR

Ha inoltre parallelamente maturato una pluriennale esperienza (dal 1991 al 2007) in ambito aziendale

Collabora con alcune riviste e con centri di ricerca

Vision Dal mal-essere al ben-essere, consapevoli che la felicità è un viaggio, non una destinazione
Mission Accompagnare l’essere umano alla scoperta delle proprie risorse e della capacità, racchiusa dentro ognuno di noi, di saper trasformare un evento critico, potenzialmente destabilizzante, in un motore di ricerca personale che consente di riorganizzare positivamente l’esistenza integrando le luci con le ombre, la sofferenza con la forza
Annotazioni Nella musica i metronomi segnano il tempo insieme al controtempo che non si vede e in mezzo c’è il senso delle cose..ci sei pure tu ma ancora non lo sai..come recuperare la vista.. (cit. dal film “i giorni dell’abbandono” di R. Faenza)